30 anni nel sociale  di Carmen Vaccaro
29 Agosto 2011
0 comments
Share

30 anni nel sociale di Carmen Vaccaro

 

La Coop. Nardacchione ha compiuto quest’anno 30 anni di attività nel sociale. Nasce, infatti, il 1 aprile 1981 scegliendo il proprio nome in ricordo del Dott. Francesco Nardacchione, medico locale che però operava nella realtà sociale, ed è la prima nella Regione Molise ad attivare e gestire il Servizio di Assistenza Domiciliare agli Anziani. Servizio che, nonostante tante difficoltà economiche e tanti problemi, è tuttora attivo, garantisce assistenza a numerosi anziani del Comune di Casacalenda e occupa ancora 6 operatrici.

Nel 1985 è tra le prime ad attivare la gestione di una Casa-famiglia, struttura residenziale alternativa all’ospedale psichiatrico, regolata dalla L 180 del ’78, oggi denominata Comunità di Riabilitazione Psico-sociale, regolata dalla L. regionale 30 del 2002, qui a Casacalenda meglio conosciuta come Comunità Il Casone.

Nel 1998 avvia un nuovo servizio, una Struttura a Media Intensità terapeutico socio-riabilitativa, anch’essa struttura residenziale, rivolta però ad una utenza con una parziale autonomia nella gestione della vita quotidiana.

Nel 2001 avvia, in protocollo d’intesa con altre 4 cooperative della zona di Campobasso, il Centro Diurno, struttura semi residenziale a ciclo diurno indirizzata a utenti caratterizzati dalla necessità di acquisire, mantenere e potenziare l’autonomia personale, le abilità sociali, cognitive ed espressive attraverso la realizzazione di specifiche attività individuali e di gruppo. Il Centro ha compiuto quest’anno 10 anni, un anniversario nell’anniversario.

Nel corso di questi anni la Nardacchione ha gestito una serie di altri progetti tutti rivolti al sostegno e alla cura della persona, primi tra tutti servizi di assistenza domiciliare agli anziani anche nei paesi limitrofi, dove, attraverso percorsi di affiancamento e formazione, ha contribuito alla nascita di nuove cooperative.

Non ultimo, ma di particolare importanza, un progetto sperimentale Centro di Aggregazione rivolto a pazienti psichiatrici in età adolescenziale/giovanile, gestito in protocollo d’intesa con l’associazione dei familiari.

Ciò che nel tempo ha caratterizzato l’operatività della nostra cooperativa, può essere riassunto in alcuni brevi punti e, precisamente:

– i principi di solidarietà e democrazia;

– il farsi garante della propria utenza offrendo servizi oltre quelli che sono gli obblighi contrattuali;

– il farsi garante del proprio personale, promuovendo la stabilità e la continuità lavorativa, promuovendo il lavoro in cooperativa e sostenendo ambienti di lavoro favorevoli e sicuri;

– l’essere sempre aperta al dialogo e al confronto con le istituzioni locali e non solo, con il territorio e le altre realtà cooperative al fine di creare una rete sociale capace di garantire servizi e risposte di qualità e l’ottimizzazione delle risorse disponibili;

– l’essere sempre aperta a nuove competenze e professionalità per garantire crescita e qualità dei servizi;

– l’essere promotrice dell’innovazione dei servizi resi e della nascita di nuovi servizi.

Credo che tutto questo ha fatto sì che la Nardacchione diventasse l’impresa sociale che è oggi e che, per la sua presenza diversificata in più di un settore dei servizi sociali, per la specifica consistenza economica e per la particolare configurazione aziendale, rappresenta un punto di riferimento sociale ed economico nel Comune di Casacalenda, rivestendo il ruolo di importante realtà aziendale con i suoi oltre 30 addetti tra soci e lavoratori.

Il motivo che ci ha spinti ha festeggiare questi primi 30 anni di impegno e passione per il sociale nasce fondamentalmente dalla voglia di creare ancora una volta un’occasione per parlare di sociale e di salute mentale, perché non è mai abbastanza. Altra ragione è la consapevolezza che questo nostro anniversario è un po’ l’anniversario di tutta la comunità di Casacalenda che ha visto nascere e crescere la nostra cooperativa, è l’anniversario di quanti hanno percorso parte della loro vita con noi, di quanti ci sono stati vicini nei momenti difficili e ci hanno sostenuto nelle nostre battaglie e di tutte le altre cooperative dell’ambito di Campobasso e Isernia, che insieme a noi lavorano da anni nella riabilitazione psico-sociale. ☺

 

eoc

eoc