Antigone: i diritti dei detenuti in Molise
21 agosto 2018
laFonteTV (883 articles)
0 comments
Share

Antigone: i diritti dei detenuti in Molise

L’Associazione Antigone, da oltre trent’anni, si occupa di giustizia. Antigone si preoccupa dei diritti umani e della salvaguardia del sistema penitenziario.

Come nella tragedia di Sofocle, Antigone si batte per una legge che non abbia il volto della vendetta: in tal senso l’impegno della Associazione è di tutelare e trasformare un sistema penale spesso ingiusto con coloro che hanno meno risorse e maggiori difficoltà alla autodifesa, con coloro che troppo spesso faticano a dialogare con il sistema penale stesso.

Oltre alla sede centrale, esistono sedi regionali presenti sull’intero territorio nazionale: in Molise, Antigone si è formata nel 2012 iniziando fin da subito un continuo lavoro volto a sollecitare le forze politiche, le istituzioni pubbliche e la cittadinanza ad occuparsi dei diritti delle persone private della libertà e a affrontare grandi questioni sociali, ad esempio le droghe e l’ immigrazione, come problemi complessi e non come singoli episodi legati alla singola volontà criminale: a introdurre cioè, strumenti di garanzia per i più deboli e gli indifesi.

Opponiamo resistenza culturale a chi vuole trasformare lo stato sociale in stato penale.

Antigone va in carcere

Ogni anno i volontari dell’ Osservatorio nazionale sulle condizioni di detenzione visitano le carceri per adulti e per minori dell’intero Paese. Raccontiamo ciò che accade. Lo facciamo – dove autorizzato – anche con le telecamere. Pubblichiamo un rapporto periodico che costituisce la fonte più ricca di informazioni per chiunque si avvicini al tema del sistema penitenziario e dal 2013 Antigone coordina le attività di un Osservatorio europeo, inviando relazioni e documentazioni a tutti gli organismi internazionali che si occupano dei diritti umani.

In tal senso, assai attivo è il controllo e la denuncia sulla tortura che purtroppo ancora oggi persiste come metodo di coercizione in tantissime strutture carcerarie e in molte nazioni è addirittura praticata come normale consuetudine.

Tutela i diritti delle persone detenute

Uno staff di avvocati, medici, esperti, volontari raccoglie le segnalazioni, le denunce che arrivano dai detenuti di tutte le carceri italiane e cerca di dare loro consigli e protezione. Ci costituiamo parte civile nei processi penali per violenza nei confronti di persone ristrette in carcere e assicuriamo assistenza medico-legale a chi ne ha bisogno. In questa ottica Antigone ritiene decisiva la pratica della informazione e per questo si impegna ad una continua descrizione di cosa debba essere la pena carceraria secondo la nostra Costituzione e di cosa invece assai spesso – e purtroppo – è.

Antigone va nelle scuole e nelle università a spiegare la propria idea di giustizia e di pena carceraria: tantissimi sono i ricorsi alla Corte europea dei diritti umani per trattamenti inumani e degradanti determinati – quasi sempre – dal sovraffollamento nelle carceri: la casa Circondariale di Larino – ad esempio – potrebbe ospitare 107 detenuti e ne contiene ben 202 (dato rilevato il 18 maggio scorso) e solo una attenta e oculata gestione della sua direttrice riesce a contenere e monitorare episodi di intolleranza e violenza altrimenti ineludibili.

Il carcere di Campobasso poi, costruito nel 1860, è un esempio di totale incompatibilità tra le umane esigenze della detenzione e la reale impossibilità di realizzarle: La struttura è obsoleta e la sua pianta a raggiera impedisce o comunque complica le normali attenzioni del corpo di Polizia Penitenziaria.

Lo abbiamo già dichiarato e lo sosteniamo a voce alta: il carcere di Campobasso va chiuso! Per il territorio molisano, e con una sana politica di pene e misure di detenzione alternative, potrebbe esistere un’unica struttura di detenzione.

Di questo e di altri importanti temi noi continueremo ad occuparci e il sostegno di chiunque voglia partecipare alle nostre iniziative o suggerire iniziative relative ad una migliore gestione del sistema penitenziario, sarà benvenuto. Antigone vive del sostegno di chi crede nei nostri stessi valori: siamo impegnati sui mille fronti di una giustizia penale e di un mondo carcerario troppo spesso dimenticati. ☺

*Presidente Antigone Molise

laFonteTV

laFonteTV