…che ansa!
9 Dicembre 2019
laFonteTV (2405 articles)
0 comments
Share

…che ansa!

Che Ansa? Che Ansa! Ma che Ansa, che notizie dall’Ansa! Ma non leggi le altre testate giornalistiche? Il mio diavoletto interno è all’opera, mentre i miei pensieri scorrono le notizie sullo schermo del computer.

Dalla finestra della mia casa osservo l’albero di fico che ha ancora tutte le sue foglie verdi e poso lo sguardo sulle mie oche e papere starnazzanti nel canale bonificato da me e di competenza del Consorzio di bonifica, che non bonifica per carenza di fondi. Per una strana coincidenza di eventi e di intrecci sinaptici, le mie oche sembra che mi dicano eppoi, eppoi saremmo noi le oche e le papere!

Le pagine dei quotidiani, dall’Ansa ai quotidiani nostrani e d’oltralpe, ieri raccontavano notizie sui sovranisti, trafficanti di umani, liti Salvini/Di Maio, navi cariche di invasori … la Ferrari ed il campionato di calcio. Adesso raccontano, con più fervore giornalistico, femminicidi, familicidi, guerre e, sempre, liti tra coalizioni al governo e navi che sbarcano invasori, vittime e fuggiaschi da quelle guerre di denari e potere, ben conosciute nella bella Europa! … senza mai dimenticare la Ferrari, il campionato di calcio, i prodigi dei vari Ronaldo, le intemperanze e cori offensivi delle curve, nonché di nuovo, scherzo/scherzetto irritante, narrazioni patetiche su chi governa, approvando qualcosa e facendo i distinguo da primi della classe, ostentando trofei stando al potere conquistato. Alla faccia (!) di un paese che naviga a vista con il reale “far senza di loro”, tra povertà, nuove opportunità ed elezioni da fare per sfogare l’ormai sdoganato Vaffa!, che ha permesso al Salvini di ieri, sfrattatosi dal governo dei vaffa antichi, di conquistare (ohibò!) la Regione rossa dell’Umbria ed aspirare ad altre ed alte mete, alimentando nostalgici e sottovalutati ritorni al Duce di turno e ritorno. I trofei, bene è ricordarlo, soprattutto ai 5stelle e coinquilini di Governo, sono frutto e testimonianza di lunghi e faticosi percorsi: non sono la premessa, ma sono premi per i risultati ottenuti e reali!

Il Grillo ed il Fiorentino nazionale paventano e/o hanno paventato, addirittura, di togliere il voto agli anziani e quota 100! … beh, non sarebbe male! Calcoliamo gli anni, facciamo settanta, ed eliminiamo le pensioni: chi ce la fa per reddito proprio, lo lasciamo senza voto; per gli altri, specie i non autosufficienti, facciamo una legge di morte serena assistita e vaffa…! Dal canale giungono concitati starnazzi ed un avventuroso gallo, dalla folta criniera, riempie l’aria con il suo “chicchirichì!” ripetuto più volte, tanto da suggerire al mio diavoletto interno un’osservazione maliziosa: vedrete Voi, benpensanti e democratici incompiuti, che, nel gioco dell’oca e dei galli, presto vi ritroverete a far i conti con i poco silenziosi riesumatori! Intanto, è il caso di dirlo e ricordarlo che nonostante i continui proclami del “Di Maio furioso” ed i suoi novelli compagni di tavola governativa col “piffero” che hanno abolito i privilegi loro e quelli dei burocrati di Stato, stipendi, indennità, reversibilità, gettoni di presenza e buonuscite! … forse, ed è da verificare e vedere, varrà per quelli dopo, sicuramente domani, ricorsi vari permettendo. L’Europa? L’Europa di poco Popolo, appare talmente distratta da ritenere congruo ed inattaccabile stipendi et similia dei suoi parlamentari e burocrati.

Una perniciosa influenza mi ha consegnato agli arresti domiciliari per sette giorni sette. Al risveglio, ovvero alla prima uscita, mi sono guardato attorno ed ho riscoperto il piacere. Il piacere di osservare una luce che illuminava ed illumina il passare delle stagioni e della vita; il piacere di incontrare persone che nonostante le difficoltà regalate loro dalle vicissitudini esistenziali, riescono a sorridere; il piacere di camminare  nei campi appena arati in compagnia del mio cane e della mia gatta; il piacere di esistere su di un pianeta che è bello e tutto da scoprire; il piacere di non condividere e di non aver mai condiviso lo scempio che altri effettuano ancora oggi. Non basta, certo, ma intendo evitare lo stress e l’ansia propostimi da chi, pur di essere letto, racconta eventi negativi e “scouppetti” per chi ce l’ha più lungo!

Sul Bollettino salesiano di Ottobre a pag. 32 si trova un bell’articolo sulla spiritualità Masai costituita da cinque pilastri. Nel secondo chiamato ENCIPAI: essere nella gioia, si legge: “quando i Masai devono annunciare cattive notizie, la circondano con due notizie positive”. Bellissimo e da suggerire a tutti i giornalisti, politichezzanti e noi compresi! Vero è che possiamo girarla come più ci piace, ma è il sistema che è sbagliato: fare profitto oltre e di più! Magari utilizzando anche i palazzi di Stato. Potrei alzare la mano per dire che è una logica che non mi appartiene, ma sono fuori gioco. Sono uno dei tanti nostalgici che, con le proprie contraddizioni, è rimasto coerente con le intuizioni giovanili e con quelle raccolte sul monte Tabor, ma cui prodest? Eh, sì, non mi pare che, nel quotidiano reale della Politica, delle Persone e della P.A., sia cambiato granché! Oche, papere e gallo del canale, da me bonificato, applaudono, mentre risuona l’eco del “Vaffa!” dei palazzinari di Stato e dei loro tifosi.☺

 

laFonteTV

laFonteTV