Dalla base del PD un appello alla Fanelli per favorire metodi democratici in vista delle regionali
24 Settembre 2017
laFonteTV (1858 articles)
0 comments
Share

Dalla base del PD un appello alla Fanelli per favorire metodi democratici in vista delle regionali

LETTERA APERTA ALLA SEGRETARIA REGIONALE DEL PD MOLISE, MICAELA FANELLI

Nelle ultime settimane autorevoli rappresentanti istituzionali del nostro partito hanno espresso giudizi liquidatori sull’esperienza del governo regionale di centrosinistra e hanno avanzato ipotesi di candidature alternative a quella del presidente Frattura. Lo hanno fatto sui mezzi di informazione, al di fuori di qualsiasi discussione e confronto negli organismi dirigenti del partito.

Molti iscritti e simpatizzanti si fanno e ci fanno domande sull’opportunità di procedere con un metodo che appare discutibile, se non autolesionista. A noi, che abbiamo una qualche responsabilità nel Partito Democratico e che non amiamo lasciare domande inevase, tocca promuovere qualche iniziativa finalizzata al chiarimento delle procedure da adottare e degli obiettivi da raggiungere in questa fase preelettorale.

A tal fine chiediamo l’avvio di una discussione nel partito che porti rapidamente ad una riunione dell’Assemblea regionale dedicata a:

– un attento esame dei risultati conseguiti dal presidente Frattura e dal suo esecutivo;

– una valutazione dell’attività di Roberto Ruta come parlamentare eletto da noi molisani e come artefice del governo Frattura;

– un giudizio sui risultati conseguiti da Laura Venittelli come deputato e come presidente dell’assemblea regionale del PD.

Solo sulla base di una pacata e rigorosa disamina dei fatti e dei risultati raggiunti si può esprimere, per ciascuno dei tre, un giudizio fondato. Dopo questo passaggio si può passare alla formulazione di un progetto capace di aggregare forze politiche ed energie democratiche e procedere all’individuazione delle candidature più adatte ad affrontare le prossime competizioni elettorali con qualche possibilità di successo.

Confidiamo molto sulla tua disponibilità ed operosità più volte manifestata ad accogliere le nostre istanze, che nascono da uno spirito costruttivo e da poche granitiche certezze. Ne vogliamo riportare due in chiusura della nostra missiva:

1)  gli appelli all’unità sono inutili e controproducenti se disgiunti dalla condivisione di obiettivi di interesse generale;

2) bisogna vincere battendo le destre e i populisti, ma per farlo bisogna partire da contenuti e metodi chiari e convincenti.

Quello che serve, a nostro avviso, è un progetto comune per dare un futuro a questa regione, criteri trasparenti per la scelta dei candidati più adeguati allo scopo e la passione dei cittadini chiamati a schierarsi per un progetto di rigenerazione e fortificazione che coinvolga loro e il loro destino.

Antonio Di Genova, membro direzione regionale PD

Petronilla Di Giacobbe, iscritta PD

Maria Antonietta Conti, membro segreteria regionale

Caterina Cerrone, Giovani Democratici

Michele Giuliano, membro Federazione PD Basso Molise

laFonteTV

laFonteTV