Fratellanza
1 Febbraio 2021
laFonteTV (2060 articles)
0 comments
Share

Fratellanza

“Fratellanza” é stato il primo tema al quale papa Francesco ha fatto riferimento, quando – appena eletto – ha chinato la testa davanti alla gente radunata in piazza S. Pietro invocando la benedizione. Lì ha definito la relazione Vescovo-popolo come “cammino di fratellanza” e ha espresso questo desiderio: “Preghiamo sempre per noi, l’un l’altro. Preghiamo per tutto il mondo, perché ci sia una grande fratellanza”. A otto anni dall’elezione ci ha consegnato l’enciclica Fratelli tutti rivelandoci ancora un suo mondo interiore e un metodo di lavoro: “Le questioni legate alla fraternità e all’amicizia sociale sono sempre state tra le mie preoccupazioni… ho voluto raccogliere in questa Enciclica, molti di tali interventi collocandoli in un contesto più ampio di riflessione” (n.5). Già più volte aveva meditato il tema della fraternità umana nel suo magistero.

Nell’Evangelii Gaudium (24 ottobre 2007) in particolare nel cap. IV: “questo indissolubile legame tra l’accoglienza dell’annuncio salvifico e un effettivo amore fraterno” (n.179); “nella misura in cui (Dio) riuscirà a regnare tra di noi, la vita sociale avrà uno spazio di fraternità, di giustizia, di pace, di dignità per tutti” (n.190); “La mistica popolare accoglie a suo modo il Vangelo intero e lo incarna in espressioni di preghiera, di fraternità, di giustizia, di lotta e di festa” (n.237).

Nella Laudato sii (25 maggio 2015): “La maggior parte degli abitanti del pianeta si dichiarano credenti, e questo dovrebbe spingere le religioni ad entrare in un dialogo tra loro orientato alla cura della natura, alla difesa dei poveri, alla costruzione di una rete di rispetto e di fraternità” (n.201).

Nel Documento sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune (4 febbraio 2019) scritto con l’Imam Al-Azhar Ahmad Al-Tayyeb: “invitare tutte le persone che portano nel cuore la fede in Dio e la fede nella fratellanza umana a unirsi e a lavorare insieme, affinché esso (il Documento) diventi una guida per le nuove generazioni verso una cultura del reciproco rispetto, nella comprensione della grande grazia divina che rende tutti gli esseri umani fratelli. … Invito in nome della fratellanza umana che abbraccia tutti gli uomini, li unisce e li rende uguali”.

Di questa enciclica, titolo, ragioni, obiettivi… li ascoltiamo dalle parole del papa. Fratelli tutti, scriveva San Francesco d’Assisi per rivolgersi a tutti i fratelli e le sorelle e proporre loro una forma di vita dal sapore di Vangelo… beato colui che ama l’altro quando fosse lontano da lui, quanto se fosse accanto a lui”. (n.1) …. “C’é un episodio della sua vita che ci mostra il suo cuore senza confini… la sua visita al Sultano Malik-al-Kamil in Egitto, visita che comportò per lui un grande sforzo a motivo della sua povertà, … andò a incontrare il Sultano col medesimo atteggiamento che esigeva dai suoi discepoli: che, senza negare la propria identità, trovandosi “tra i saraceni o altri infedeli […], non facciano liti o dispute, ma siano soggetti ad ogni creatura umana per amore di Dio” (n.4)

“Le pagine che seguono non pretendono di riassumere la dottrina sull’amore fraterno, ma si soffermano sulla sua dimensione universale e sulla sua apertura a tutti … un umile apporto alla riflessione affinché, di fronte ai diversi modi attuali di eliminare o ignorare gli altri, siamo in grado di reagire con un nuovo sogno di fraternità e di amicizia sociale che non si limiti alle parole” (n.6)

“Proprio mentre stavo scrivendo questa lettera, ha fatto irruzione in maniera inattesa la pandemia del Covid-19, che ha messo in luce le nostre false sicurezze. Al di là delle varie risposte che hanno dato i diversi Paesi, è apparsa evidente l’incapacità di agire insieme” (n.7) …

“Desidero tanto che, in questo tempo che ci è dato di vivere, riconoscendo la dignità di ogni persona umana, possiamo far rinascere tra tutti un’aspirazione mondiale alla fraternità. Tra tutti. Ecco un bellissimo segreto per sognare e rendere la nostra vita una bella avventura. …. Sogniamo come un’unica umanità, come viandanti fatti della stessa carne umana, come figli di questa stessa terra che ospita tutti noi, ciascuno con la ricchezza della sua fede o delle sue convinzioni, ciascuno con la propria voce, tutti fratelli! … Da soli si rischia di avere miraggi, vedendo quello che non c’é; i sogni si costruiscono insieme” (n. 8)

Percorreremo questo sogno: un percorso attraverso gli otto capitoli del testo.☺

 

laFonteTV

laFonteTV