Indice del numero 157 – Gennaio 2019
30 Dicembre 2018
laFonteTV (937 articles)
0 comments
Share

Indice del numero 157 – Gennaio 2019

In questo numero:

-la disfatta del superbo

di Rosalba Manes

– vivere bene (Lettera aperta a quanti vogliono affrontare con grinta il nuovo anno)

di Antonio Di Lalla

– il coraggio della coerenza

di Michele Tartaglia

– una sfida globale

di Dario Carlone

-Scatto d’autore: Sanità nel Molise: meglio immaginare i culi che vedere certe facce di amministratori!

di Guerino Trivisonno

– olio e fritture

di Maurizio Corbo

– Fotografia: “Uomo di mare”

di Greta Polimene

– il fiore più velenoso

di Famiano Crucianelli

– i forzati della 17

di Marco Branca

– il molise e gli sprechi

di Davide Vitiello

– i giorni dell’aspro condimento

di Enzo Bacca

– vivere per gli altri

di Benito Giorgetta

– resilienza

di Tina De Michele

– goccia d’oro 2018: XV edizione premiazione

di Redazione

– la parola cultura

di Marcella Stumpo

– foto : “Casacalenda”

di Antonio Montaldo

– wangari mathai

di Loredana Alberti

– gli anni ed il tempo

di Christiane Barckhausen-Canale

– tela: “modern identity”

di www.su-mi.org

– la cura dei luoghi

di Rossano Pazzagli

– pittura:”Renacer”

di Ana Maria Erra

– nicola di guardiagrele e il ghiberti

di Gaetano Jacobucci

– quale giornata della memoria?

di Gabriella de Lisio

– il piacere di visitare il molise: (Campitello Matese, pista nera “capo d’acqua”.)

di Pietro La Serra

– autogoverno della conoscenza

di Antonio De Lellis

– il decreto (in)sicurezza

di Franco Novelli

– liberaidee: interviste

di Franco Novelli

– lavoro e profitto

di Giuseppe La Serra

– amarezze wwf

di WWF OA MOLISE

– omaggio a paolo di paolo

di Davide Vitiello

– vie di comunicazione nell’antichità

di Angelo Sanzò

– il discriminatore

di Franco Pollutri

– una pianta contro i malanni di stagione

di Gildo Giannotti

– principi basilari

di Peppe Sini

– rendere le città inclusive e sostenibili

di Silvio Malic

– pulvis et umbra

di Filomena Giannotti

– i leghisti nostrani

di Domenico D’Adamo

vivere bene (Lettera aperta a quanti vogliono affrontare con grinta il nuovo anno)

di Antonio Di Lalla     a pag.3

Un guru domandò ai suoi discepoli come facessero a capire quando era finita la notte e iniziava il giorno. Uno rispose: “Quando vedo da lontano un animale e riesco a distinguere se è una mucca o un cavallo”. “No”, replicò il guru. “Quando guardi un albero da lontano e riesci a capire se è o non è un ulivo”. “Sbagliato anche questo”, dichiarò il guru. “E allora come si fa?”, chiesero i discepoli.

laFonteTV

laFonteTV