Indice del numero 187 – Novembre 2021
31 Ottobre 2021
laFonteTV (2112 articles)
0 comments
Share

Indice del numero 187 – Novembre 2021

Nel numero di Novembre

– annunciare è generare

di Rosalba Manes

– terremoto anno ventesimo (Lettera aperta a quanti vogliono terremotare la vecchia politica)

di Antonio Di Lalla

– la cruna e il cammello

di Michele Tartaglia

– casa dolce casa

di Dario Carlone

– scatto d’autore foto: “Casacalenda, scorcio”

di Guerino Trivisonno

– chi ci preferisce morte

 di Patrizia Manzo

– fu vera vittoria?

di Famiano Crucianelli

– il governatore a sua insaputa

di Antonio Celio

– piccole italie

di Rossano Pazzagli

– accogliere i turisti. ma come?

 di Giuseppe La Serra

– pittura: “L’albero della vita”

di Antonio Scardocchia

– unica certezza il ritardo

 di Tina De Michele

– Larinesi eterni portaacqua?

 di Redazione

– poesia sociale come proposta politica

 di Marcella Stumpo

– grazie mamma

 di Maurizio Corbo

– lascia stare

di Lucia Berrino

– grande confusione

di Christiane Barckhausen-Canale

– dei diversi canti

di Enzo Bacca

– la sovversiva mafalda

di Luciana Zingaro

– congratulazioni (la redazione si congratula con Filomena Giannotti)

 di Redazione

– il tempo e la verità

di Gaetano Jacobucci

– tela: “astratto”

di www.su-mi.org

– valutare gli insegnanti?

di Gabriella de Lisio

– il giardino del sole

di Enzo Bacca

– il sistema finanziario

di Antonio De Lellis

– perdita di valore/i

di Marco Branca

– il fratello universale

di Franco Novelli

– artigiano delle idee

di Pasquale Di Lena

– foto: “Bagnoregio”

di Antonietta Parente

– la terra dei cachi

di WWF Italia

– urge il guardiano del fiume

di Angelo Sanzò

– foto: “Fiumicino 30/12/2020”)

di Silvio Mencarelli

– vino e leggende

di Cantine D’uva

– vite del canada e vite americana

di Gildo Giannotti

– al confine della ragione

di Franco Pollutri

– religioni e fraternità

di Silvio Malic

– dietro i muri

di Filomena Giannotti

– 19 anni dopo

di Domenico D’Adamo

 

editoriale

terremoto anno ventesimo (Lettera aperta a quanti vogliono terremotare la vecchia politica)

                                                               di Antonio Di Lalla      a pag.3  

Dopo 19 anni da quel fatidico 31 ottobre 2002 quando alle 11,32 il terremoto ha mutato il volto dei nostri comuni, ma soprattutto le coscienze delle persone, sembra ormai che un velo pietoso sia stato steso definitivamente sull’evento e le sue conseguenze.

laFonteTV

laFonteTV