Indice del numero 183 – Giugno 2021
27 Maggio 2021
laFonteTV (2105 articles)
0 comments
Share

Indice del numero 183 – Giugno 2021

Nel numero di Giugno 2021:

– un sacerdozio nuovo

di Rosalba Manes

– disturbare il conducente (Lettera aperta a nuora perché suocera intenda)

di Antonio Di Lalla

– ai perbenisti della religione

di Michele Tartaglia

– stili più sobri

di Dario Carlone

– pittura: 4-giu-1989 Piazza Tienanmen

di Antonio Scardocchia

– medicina territoriale: è l’ora di riforme strutturali

 di Patrizia Manzo

– una nuova economia

di Famiano Crucianelli

– sono di sinistra?

di Alessandro Corroppoli

– pittura: “Protezione”

di Ana Maria Erra Guevara

– il paesaggio di petrocelli

di Rossano Pazzagli

– dedica a larino

di Pasquale Di Lena

– schiaffo alla mondanità

di Caritas S. Antonio

– zona bianca

 di Tina De Michele

– la palestina ci riguarda

di Marcella Stumpo

– usignoli

di Enzo Bacca

– l’epidemia della parola

di Claudio Cianfaglioni

– due donne da ricordare

di Christiane Barckhausen-Canale

– dolci fanciulle

di Lucia Berrino

– ebbrezza smemorata

di Luciana Zingaro

– tela: “faro nella notte”

di www.su-mi.org

– apollinea bellezza

di Gaetano Jacobucci

– chi è l’artista?

di Adolfo Stinziani

– forse tornerà

di Redazione

– compiti per le vacanze?

di Gabriella de Lisio

– ancora tante barriere

di Franco Novelli

– gli zapatisti in molise

di Antonio De Lellis

– le voci dentro

di Anna Di Gregorio

– sanità molisana

di Maria Assunta Milone

– resilienza e transizione

di Rodolfo Di Martino

– transizione

di Wwf Italia

– l’acqua nel vino?

di Cantine D’Uva

– rischio estinzione

di Angelo Sanzò

– superlega geopolitica

di Marco Branca

– felci e leggende di giugno

di Gildo Giannotti

– il cuore della terra

di Franco Pollutri

– un cuore aperto al mondo

di Silvio Malic

– alla salute!

di Filomena Giannotti

– gli incapaci di casacalenda

di Domenico D’Adamo

 

editoriale

disturbare il conducente (Lettera aperta a nuora perché suocera intenda)

                                                               di Antonio Di Lalla      a pag.3

Avrei voluto rivolgermi direttamente al presidente della giunta regionale Donato Toma ma francamente non mi “sfilavano” né il pensiero né la penna. Posso solo sperare che qualcuno gliela legga. Mi sono convinto che il presidente sia semplicemente un’arma di distrazione di massa, messo lì da un’ammucchiata di liste fameliche con un unico obiettivo: impossessarsi del palazzo

laFonteTV

laFonteTV