Migranti
17 Maggio 2018
laFonteTV (2060 articles)
0 comments
Share

Migranti

Ho letto d’un fiato Italiani mata burros, il libro del linguista e scrittore Michele Castelli, nato a S. Croce di Magliano e residente in Venezuela.

Bellissime le sue storie di emigranti: racconti e testimonianze di vita tratteggiati come godibili schizzi o come quadri dipinti a pennellate delicate e decise; figure di persone a loro modo uniche; scorci di un mondo esotico e misterioso che ti vien voglia di rivedere appena chiuso il libro.

Michele ha dato voce, spesso con la levità di parole e immagini poetiche, a quelle vite non certo facili, aiutandole a rivelarsi con tutto il loro carico di fatica, di speranza, di ricordi, di nostalgia, di rabbia, di folklore, di voglia di riuscire.

Si evince tra le righe un senso di empatia, di rispetto e di indulgenza per i personaggi e i fatti narrati che certo derivano dalle personali percezioni dell’autore, dalla sua assonanza emozionale e identitaria con chi, come lui, ha lasciato la sua terra per l’Altrove di un volontario e spesso amato esilio. Il traduttore dell’opera, Salvatore Orlando, ha saputo cogliere con grande finezza la carica psicologica ed espressiva dei racconti e ad offrirli al lettore con un linguaggio colto ma di facile comprensione, in uno stile che denota la scioltezza propria di chi ha un assiduo rapporto con la scrittura. ☺

 

laFonteTV

laFonteTV