Amo il mio lavoro. Fuori discussione. Ma non amo il modo in cui sono costretta a farlo nel paese in cui vivo.

Ad 80 anni dalle leggi razziali, eminenti personalità politiche ci propongono un censimento, su basi etniche, di una parte della popolazione italiana

La previsione è cupa: un milione di ragazzi in meno, tra i 3 e i 18 anni, risucchiati dal buco nero del calo demografico

Le aggressioni ai docenti per un brutto voto, un rimprovero, un no, sono sempre più frequenti.

Sia chiaro, nessun plauso ad una scuola selettiva, di classe, che bocci la maggior parte degli alunni.

Da quali sensi di colpa sono pervasi oggi i genitori, se devono sempre ergersi in difesa dei loro figli anche qualora risultino indifendibili?

L’ennesima indagine dell’OCSE rivela che i nostri studenti, al secondo anno delle superiori (ne sono stati coinvolti nell’indagine 3.500), sarebbero incapaci di lavorare in gruppo,

Il razzismo spiegato a mia figlia … e ai nostri alunni. Chi (non) lo conosce? Chi non ricorda la piccola Meriem che dialoga instancabile, curiosa, provocatoria, col suo papà?

Il rapporto dell’Ocse, d’altra parte, parla chiaro: gli studenti finlandesi, in vetta alle classifiche della buona scuola, passano in media sui libri a casa tre ore la settimana, mentre i nostri ragazzi, che ve ne passano nove, sono in fondo, giù giù.