Nona, forse prima
6 Aprile 2021
laFonteTV (1846 articles)
0 comments
Share

Nona, forse prima

Bisogna ogni tanto saper vivere di nulla
di clisteri o cadere dalla sedia,
C’è un’ora più d’ogni altra fatta di secoli
a cui ognuno dovrebbe chiedere qualcosa.
Ginocchia sugli spigoli di roccia.
Di fronte, senza specchi,
nei misteri della riflessione – ora nona.
E non basta al sacrificio di un uomo
rendere omaggi e colpi di cannone
litanie e battipugni sul torace.
Indifferentemente ai piedi della croce
tutti, caracollanti sul dubbio madre.
Con questi filtri salvapopolo poi,
non si vedono le smorfie della bocca-
ghigni di dolore, paresi circostanziali.
(Chissà perché nella recita di rievocazione
indossavo la parte di Simon cefa).
Nona – per cifrario romano
la più buia, quella di genuflessione,
verso il pomeriggio, a costato aperto.
Più d’ogni altra di sete continua

 

eppure la più luminosa.

 

laFonteTV

laFonteTV