Notte d’allodole morte
cicale mai dome confondono l’autunno.

Rimane l’osso ancorato alla radice
il resto andato in briciole d’arrosto.

Volersi bene
e lasciar annegare nel Mediterraneo
i naufraghi in fuga dai lager libici.

Il feltro non sarà mai seta né il ferro da stiro
scivolerà morbido sulla stoffa ingrata.

Salvare le vite è il primo dovere.

Non sei uno sfruttatore, lo puoi intendere.

Quando spingi le dita nella gola ascolta roco il suono frammentato

agli angeli di San Giuliano

Fai un soffio sull’acqua cor sapone