La tensione fra questi due opposti – la leggerezza e la pesantezza dell’ essere – riprende con grande efficacia il paradosso drammatico della Politica dei nostri tempi.

Sappiamo che l’agricoltura non è soltanto un settore economico, ma anche un primario strumento di costruzione territoriale

Le cose non vanno bene, nascondere i problemi, anzi il problema sotto il tappeto non aiuta nessuno

Ma per vivere nei paesi delle aree interne servono soprattutto servizi, servizi essenziali, altrimenti nessuno tornerà.

Un passo avanti, due indietro è un saggio che Lenin scrisse nel 1904, un’immagine che bene si adatta alla storia di questi mesi di sofferenza.

Il romano Mario Draghi, sapendo che a certi livelli la diplomazia è spesso più importante di ogni strategia, utilizzò il suo celeberrimo appeasement per fronteggiare l’esuberanza del duopolio franco-tedesco,

Partire dal cibo per arrivare al paesaggio. Entrambi – cibo e paesaggio – come dice il Rapporto realizzato da Roberta Garibaldi e presentato a Milano

perché si affermi il principio dell’interesse primario della comunità, è decisivo che si spezzi il legame unilaterale fra energie rinnovabili e guadagno

Dal conclave del PD ci viene riproposta la minestra che abbiamo conosciuto già a fine anni ‘80: aprirsi al nuovo, alla società civile in movimento, reclutare sardine e sindaci