Tag "2013"

Dario Canale

Fresco di stampa, pongo all’attenzione dei lettori un volume interessante e impegnativo: “Su su fino al soffitto del mondo”. Curato da Ezio Maria Simini, che ha all’attivo diversi volumi, soprattutto di indole storica, nella prima parte lui stesso traccia una

Dopo la performance di diversi consiglieri regionali ospiti loro malgrado de le Iene non vogliamo assolutamente continuare a girare il coltello nella piaga, anche perché con tutta la cattiveria non riusciremmo a far loro più male di quanto se ne

Se nella vostra vita avete avuto a che fare con queste due parole chiave: INTERNET e TERREMOTO, dovete assolutamente leggere il libro di Massimo Giuliani “Il primo terremoto di Internet: L’Aquila: blog, social network, narrazioni del trauma nello show della

Quando l’evangelista Matteo ha scritto la storia della nascita di Gesù, ha voluto dare un messaggio chiaro alla comunità: quel Gesù ora riconosciuto come Signore e Dio ha vissuto tutta una vita da esule e perseguitato, per ricordare ai cristiani

Nel nostro Paese la deindustrializzazione sta assumendo i contorni di un processo inarrestabile: una sorta di suicidio assistito. Tale dinamica non è attribuibile alla sola  globalizzazione dei mercati: molti dei mali economici affondano, infatti, le proprie  radici nell’incapacità di un’intera

Parma 5.4.84 Antonio carissimo, è una giornata triste, forse solo perché piovosa, forse solo perché avrei voglia di parlare con qualcuno. Mi sento un po’ sola, mentre fino a ieri respiravo un’aria finissima, che aveva i colori dell’entusiasmo e della

Non passa ormai giorno senza che giungano alle nostre orecchie i risultati di diverse indagini statistiche che pretendono di fornirci aggiornamenti sullo stato attuale della nostra società. La statistica, si sa, è una scienza che cerca di presentare un quadro

Si respira un clima di conflitto permanente in ogni strada e piazza e ne dà ampia testimonianza e rilievo matrigna televisione. Resta reclusa la voglia di rilanciare la dimensione dialogica, soprattutto con chi paga più pesantemente la crisi che oggi

speranza è natale

La personificazione della speranza veniva venerata nell’antichità classica come una divinità e rappresentata in piedi, con un bocciolo di fiore nella mano destra e la veste sollevata sul fianco sinistro. Nella logica dei "vagabondi della vita", sperando di non irretire