Tag "2014"

Anni fa, quando da un pezzo avevo dato inizio alla mia attività di docente, ho letto un testo di storia – L’Italia,oggi – di King e Okey, che sviluppava la tesi secondo la quale – già all’inizio del XX secolo

Alla fine del secondo conflitto mondiale Stato e Partito moderno sono i protagonisti di un nuovo ciclo politico. Riprendiamo le riflessioni di G. Dossetti, nel saggio Funzioni e ordinamento dello Stato moderno, del novembre 1951, considerato il testamento della sua

Piano casa

Da mesi ormai il nostro premier non ha pace, ovunque si sposti nel nostro stivale ci sono contestazioni ad attenderlo: solo nell’ultima settimana Padova, Parma, Bologna e Cosenza. Ovunque si contesti la politica di attacco alle classi meno abbienti attuata

Da qualche giorno campeggia sulle vetrine delle sanitarie termolesi un manifesto con scritto “La Asrem non paga. Ci scusiamo con i nostri assistiti ma siamo costretti a sospendere le forniture in convenzione”. Quindi, scusate. Se avete bisogno di una sedia

Rottama Italia

“Giuseppe Dossetti avrebbe voluto che nella Costituzione ci fosse questo articolo: “La resistenza individuale e collettiva agli atti dei poteri pubblici che violino le libertà  fondamentali e i diritti garantiti dalla presente Costituzione è diritto e dovere di ogni cittadino”

Santi fascisti?

Che cosa è successo veramente il 9 ottobre scorso a Boves (Cn) e a Cuneo, dove una nutrita delegazione molisana (assessore regionale, vescovo, rappresentanti dell’Anpi) ha partecipato alle celebrazioni in memoria di cinque partigiani e due sacerdoti morti tragicamente dopo

Il tema discusso durante il mese di ottobre è la Paura; come spesso accade, le dinamiche interne al gruppo hanno permesso di rielaborare – in modo imprevedibile e creativo – la suggestione iniziale, tratta dal dramma shakespeariano Amleto. L’apparizione del

Insieme si può

L’aria che si respira intorno è inquinata al punto da provocare isolamento, debolezza e contagio che inducono alla rassegnazione e al disimpegno. E ci condiziona a tal punto che non si riesce a far fronte a un male sociale che

Era di maggio

Dopo quasi due anni dell’Era Frattura, che cosa è concretamente cambiato nel Molise? Nulla, o quasi, potremmo dire, ma saremmo ingenerosi con tutti quelli che hanno affrontato sacrifici indicibili per non annegare nel mare della crisi, quelli che prima sognavano