Tag "Enzo Bacca"

Al suono del nèbel

(E se torni e ritrovi canti di pastori)

palme basse anche le rocce, anfratti e basalto
ma se miri al caravanserraglio
caldo di paglia,

Frantumazioni

Di fronte al frantumarsi delle ideologie
corriamo incontro al filo spinato

D’un tratto

Questa signora che dorme anche cent’anni,
pochi spiccioli, o nel seme, nelle storie gotiche,

L’onda  lunga

Barca alla deriva, ondeggiava nuda

Letti a tre piazze

A voi che i vostri letti odorano di sospetto

Fazzoletti bianchi

Il tempo scomodo delle partenze
nei tramezzi d’afa
riempie il vuoto delle assenze

Le api

Guardavo le api sulle fioriture d’arancio
in aprile voraci infierire ossessive
come noi sui dolci pasquali.

Cadono resinose ai legni 
nel ventre della terra esplodono

Un’altra pietà

Ma quel marmo svestito
cosa chiedeva ai miei occhi.