Tag "Famiano Crucianelli"

Mi è capitato in questi giorni di scambiare qualche battuta, non casualmente davanti alla banca di Montecitorio, con un noto economista anche lui parlamentare diversi anni fa;

Il nostro paese appare il più reattivo ai mutamenti, così fu con il fascismo negli anni ‘20, così con il Berlusconismo degli anni ‘90 e così è oggi con il governo giallo-verde

Pasolini e il ‘68

A Molise Cinema si è discusso con Italo Moscati e con Ermanno Taviani di una pagina di quella storia lontana, densa di significati e troppo spesso dimenticata o letta con le lenti della banalità: il conflitto fra Pasolini e il movimento del ‘68.

Da Tangentopoli ai giorni nostri abbiamo assistito alla caduta dei partiti tradizionali a vantaggio dei populisti. Quale la soluzione?

Situazione confusa

Non è un buon inizio. La situazione politica italiana è fastidiosa prima ancora che pericolosa. Se il governo che verrà, dovesse portare avanti con coerenza la flat tax, il reddito di cittadinanza e la riforma della Fornero, noi ci troveremo di fronte rapidamente ad una situazione finanziaria insostenibile, al rischio di una bancarotta dello Stato e i prezzi sociali sarebbero altissimi

Il Molise è il vero laboratorio storico di Tommaso di Lampedusa, le vicende molisane sono la testimonianza più fedele della sapienza dei “gattopardi” italiani.

Tre considerazioni sull’attualità e sui risultati del voto di 4 di Marzo.

Sono passati 50 anni dal 1968, sembra un’eternità. Se si guarda al mondo, se si guarda alla società e al vivere sociale tutto è radicalmente mutato.

Cos’altro deve accadere, perché l’indignazione si trasformi in ribellione e la rivolta in una rottura radicale del sistema attuale?!