Tag "Filomena Giannotti"

La vita è bella

Il 2015 sarà l’anno degli anniversari. La fine della Seconda guerra mondiale, la sconfitta del nazismo, la morte di Hitler e Mussolini. Ma primo, nell’ordine, il 27 gennaio 2015, Giorno della Memoria: settant’anni dalla liberazione del campo di sterminio di

Semel in anno

“Il più bello dei giorni”: con queste parole il poeta latino Catullo (carme 14, v. 15) definiva la festa dei Saturnali, che si celebrava tutti gli anni, il 17 dicembre (ma la durata fu progressivamente allungata, fino a sette giorni

Come oliva matura

Credente o meno, nessuno mette in discussione che novembre sia il mese dedicato al ricordo dei defunti. Un ricordo che, inevitabilmente, porta con sé una riflessione sul mistero centrale dell’esistenza umana. La morte è al centro anche dell’opera di Marco

La potenza del riso

È previsto in uscita nelle sale il prossimo 16 ottobre e promette di far parlare a lungo di sé. Il giovane favoloso, film di Mario Martone presentato al Festival del Cinema di Venezia e dedicato alla vita di Giacomo Leopardi,

Bellico non è bello

Ma la vera etimologia deve essere ricercata in un’altra voce latina, duellum, “duello”, indicante la discordia fra due popoli: duellum → bellum (analogamente, per alterazione, da duis è derivato bis). Poiché però bellum creava confusione con l’aggettivo bellus, “bello, grazioso”,

L’estate, si sa, è tempo di viaggi. Ma se la speranza, partendo, è di lenire e curare l’inquietudine, viene da chiedersi come possa giovare vedere nuovi paesi e a che serva conoscere città e luoghi diversi. Per parafrasare il filosofo

Sopporta, cuore!

Tornato ad Itaca dopo venti anni e rientrato nella sua reggia sotto le false vesti di un mendicante, Ulisse si trova ad assistere allo spettacolo delle ancelle infedeli che si concedono ai Proci, pretendenti al trono e alla mano di

Ad Auschwitz

“Leggere di queste cose è durissimo. E credetemi, voi che leggete, non è meno duro scriverne. «Perché farlo, allora? Perché ricordare?» chiederà, forse, qualcuno. Chi scrive ha il dovere di raccontare una verità tremenda, e chi legge ha il dovere

               I gigli, tra i più antichi fiori coltivati, sono apprezzati da oltre tremila anni. Originari della Siria e della Palestina, sono stati considerati simboli di fecondità per le loro straordinarie capacità di riproduzione.              La specie più conosciuta