Tag "Luciana Zingaro"

Liberare la parola

Chissà perché le letture per l’infanzia ci piacciono da adulti più che da bambini.

Andrà tutto bene

“ANDRÀTUTTO BENE” è divenuto da ultimo uno slogan, ma gli slogan dei bambini, lo slogan di Andrea,

Davanti al fuoco

Bello e spaventoso il fuoco, devasta e purifica, parla scoppiettando, vola scintillando, magnetizza lo sguardo, conforta le membra,

Il seccatore

Non si ride a crepapelle con le satire di Orazio, ma si sorride dentro, e di gusto, perché si riconoscono come propri vizi, difetti, ambizioni e sfrenatezze della varia umanità

La mia vacanza

La mia estate si è popolata di percezioni belle di significato che, se fossi poeta, tradurrei in parole durevoli, se fossi un pittore fermerei in un’immagine, per sempre.

Pane e rose

Nell’imminenza delle elezioni io non so da che parte andare. Non vorrei scegliere il meno peggio, perché è la scelta dello scarto e smentisce la consapevolezza e la libertà di una scelta che si voglia dir tale;

Il fare schietto

L’Invidia è da Ovidio talmente ben tratteggiata, tanto sono riconoscibili i suoi connotati malvagi, tanto essi risultano vividi

Con passione

Però, la realtà ha bussato alla porta e l’insegnamento, che non era certo la mia vocazione, è stato per me la scelta più giusta, per motivi di ordine diverso ed ugualmente validi.

Ma che freddo fa!

Chissà se anche Brecht amasse il freddo o se lo ritenesse uno sprone al “piacere di pensare” che è presupposto del suo teatro: il teatro di Brecht, infatti, è un teatro “non aristotelico”,