Tag "Marzo2015"

L’arma più potente

Sembra veramente indicata per questo 8 marzo, giornata internazionale delle donne, la commovente storia di Maud Chifamba. La rivista statunitense Forbes l’ha segnalata tra le cinque giovani donne più influenti d’Africa. Testimonial della federazione internazionale “Terres des Hommes” per la

                         La melodia del silenzio di Rosalba Manes passa in rassegna, con occhi e cuore di donna, le poche e scarne pericopi evangeliche in cui appare la figura di

Qualche decennio fa, l’Anp, l’associazione nazionale dei presidi/dirigenti, condusse un sondaggio direttamente nelle scuole per tastare gli umori in merito alla valutazione dei docenti, chiedendo se i professori fossero d’accordo su una differenziazione di stipendio legata al merito, nella considerazione

Caro frattura

Nella serie dedicata alle dichiarazioni programmatiche pronunciate dal presidente Frattura nella fatidica sera di maggio di due anni orsono, non abbiamo ancora trattato del tema “ricostruzione post sisma”, nonostante le sollecitazioni dei nostri lettori. Non lo abbiamo fatto per dimenticanza

Un giorno Dio si mise in cerca di un pastore. L’ appuntamento fu presso un roveto. Dall’aridità di quel cespuglio uscì la Voce che scosse un uomo senza identità, un uomo che per fare giustizia a modo suo aveva ucciso,

Recensione

Gli anziani amano raccontarsi e raccontare si sa, ma le memorie personali, familiari o collettive, affidate a una comunicazione prevalentemente orale, sono labili narrazioni destinate fatalmente a scomparire. Proprio per difendere dall’oblio persone, fatti, accadimenti, il prof. Luigi Pizzuto ha

I nodi e il pettine

Lettera aperta a paolo gentiloni ministro degli esteri Facciamo da anni la politica dello struzzo. Ci ostiniamo, di fronte ai problemi, anziché affrontarli, a mettere la testa sotto la sabbia e puntualmente rimaniamo col culo scoperto e ben in vista.

Casa dell’uno

Ogni qualvolta cerco di ascoltare notizie che vengono diffuse attraverso i mezzi di comunicazione (dalla stampa ai telegiornali) mi sento sconvolto e angosciato. Mi accorgo che la speranza di un nuovo mondo sta per morire e che la fede nelle

Nelle sue lettere, Paolo continuamente si riferisce ai membri della comunità a cui scrive chiamandoli fratelli, termine che è entrato anche nella liturgia, diventando in tal modo un termine convenzionale e anche svuotato della sua densità originaria. La fraternità a