Verità e coesione
27 Dicembre 2020
laFonteTV (2060 articles)
0 comments
Share

Verità e coesione

Sono Vincenzo Sarracino, studente del terzo anno di liceo classico. Adoro scrivere e disegnare e il fumetto coniuga queste mie passioni. Ho pubblicato racconti su antologie cartacee e online, mentre pubblico le mie vignette e i miei disegni sui social network e, da qualche mese, ho l’onore che vengano pubblicate anche su La fonte. Vorrei occuparmi professionalmente di scrittura e satira e mi diverto a firmarmi, giocando con le iniziali del mio nome, Vis, che non a caso in latino, lingua che considero affascinante quasi al pari del greco, vuol dire “forza”.

 

In un momento delicato come quello che stiamo vivendo, è triste constatare che persino la vita e la dignità umana rischiano di diventare valori opinabili, ammantati da un velo di indifferenza ed insensibilità. Ad esempio, la giornalista Azzurra Barbuto di Libero,  di fronte alla morte del piccolo Youssef di appena 6 mesi,  annegato  lo scorso 12 novembre nell’ennesimo naufragio nel Mediterraneo, non ha trovato di meglio che criticare la madre del piccolo, colpevole – a suo dire – di averlo  buttato su un gommone compiendo  un gesto incosciente. Ancora, troviamo insensibilità e cinismo nelle frasi terribili diffuse dal presidente della regione Liguria Toti lo scorso 15 novembre, nelle quali discrimina il peso delle morti per Covid sulla base della capacità della persona di essere funzionale al processo produttivo del Paese – affermazioni che ci riportano indietro ai periodi più bui della storia dell’umanità e dimostrano quanto il capitalismo sfrenato abbia preso possesso delle nostre anime e delle nostre menti.

Sono scorci di vicende umane differenti, quella di un bambino di pochi mesi annegato in mare e quella degli anziani morti nel corso della pandemia, accomunate però dalla stessa condizione di fragilità e dall’abitudine di distorcere la verità per fini di propaganda politica.

Lo stesso accade anche nel triste spettacolo quotidiano a cui stiamo assistendo in questa regione,  nella quale il diritto alla salute dei molisani è diventato argomento di ricerca di consenso e  di strumentalizzazioni, se non addirittura oggetto di affari loschi e politiche sotterranee.

Persino le opposizioni, che in questo delicato momento dovrebbero avere il ruolo di pretendere la verità e rivendicare giustizia e diritti per i cittadini, appaiono essere animate più da una volontà di far prevalere personalismi che dall’obiettivo – necessario più che mai – di cercare unità e condivisione per dare vita ad un fronte comune contro un governo regionale autoritario e poco trasparente.

In questo sfondo, la gente sta morendo rivendicando quella dignità che anni di politiche scellerate hanno calpestato, come abbiamo potuto leggere in questi ultimissimi giorni attraverso le testimonianze dei parenti dei ricoverati e degli operatori dei reparti di rianimazione.

A questo grido straziante si contrappone il ghigno del presidente Toma sfoggiato in diretta nazionale nella trasmissione Titolo V, accompagnato dalla solita litania che la gestione della pandemia da parte della regione Molise è eccellente, che tutto sta andando bene, quando invece è tangibile che si sta perdendo il controllo dei tracciamenti dei contagi e che si sta chiedendo ai medici ed al personale impegnato in prima linea uno sforzo immane, in un clima di omertà e intimidazione, dove ai pazienti anziani è stato negato persino il ricovero.

Il Molise sta vivendo i suoi giorni più bui, in balìa di politici tracotanti ed insensibili, mentre i cittadini si trovano ad affrontare la più grande crisi sanitaria ed economica mai vissuta in un clima di disgregazione sociale, alimentata proprio da chi dovrebbe costruire unità e condivisione, in spregio alla stessa vita umana.

Potremo salvarci soltanto ripartendo dal rispetto per la verità e per la dignità umana, dalla condivisione delle nostre fragilità, con l’obiettivo di riprenderci i nostri diritti – primo tra tutti quello alla salute ed alla cura – per costruire un futuro diverso.☺

 

laFonteTV

laFonteTV