Non è un mistero che le colture seminative siano sempre meno convenienti. Soprattutto se vengono fatte con criterio, senza abusare della chimica.

Un elemento quello della mobilitazione, ripreso e sottolineato dal presidente del “Comitato per la salvaguardia del territorio molisano”, Don Nicolino

Ma perché è necessario tutelare il paesaggio? Un “altissimo interesse morale e artistico legittima l’intervento dello Stato”,

Al Molise invece serve una politica in grado di disegnarne il futuro, non tesserne il drammatico destino.

In questi giorni un tema sta occupando largo spazio nelle cronache locali, oltre al progetto mostro di Montenero: quello delle megatorri eoliche nella zona di Nuova Cliternia.

Una volta che passi dalle CML non ne esci. Perché? È facilmente spiegato. Le CML hanno tutto l’interesse a trattenere a vita chi ci passa perché i membri sono retribuiti anche con un gettone per paziente.

Se accetto le spine perché non dovrei gustare la rosa.

Le buone notizie non mancano neanche in Molise. Le attività alberghiere, in tutte le declinazioni, registrano il tutto esaurito e solo qualche giorno fa il governo nazionale ha destinato alla nostra Regione oltre 100 milioni di euro per la sanità.

Il tema, suggerito dall’associazione la fonte, è di stringente attualità anche a livello centrale: il 18 maggio, il sottosegretario alla Salute ne ha parlato nel corso di una specifica audizione.