Tag "2013"

Dario Canale

Fresco di stampa, pongo all’attenzione dei lettori un volume interessante e impegnativo: “Su su fino al soffitto del mondo”. Curato da Ezio Maria Simini, che ha all’attivo diversi volumi, soprattutto di indole storica, nella prima parte lui stesso traccia una

Dopo il vergognoso silenzio delle istituzioni regionali protrattosi negli ultimi anni in tema di politiche sulla disabilità, va salutato con un cauto ottimismo il Programma attuativo per persone in condizione di non autosufficienza e minori con gravi disabilità approvato con

Parma 5.4.84 Antonio carissimo, è una giornata triste, forse solo perché piovosa, forse solo perché avrei voglia di parlare con qualcuno. Mi sento un po’ sola, mentre fino a ieri respiravo un’aria finissima, che aveva i colori dell’entusiasmo e della

Il sindaco di San Giuliano di Puglia, dopo due mandati, si accinge a lasciare, solo simbolicamente, lo scettro a qualche seguace, meglio se parente. È stato il regista unico della ricostruzione, per cui meriti e scempi hanno un solo protagonista,

speranza è natale

La personificazione della speranza veniva venerata nell’antichità classica come una divinità e rappresentata in piedi, con un bocciolo di fiore nella mano destra e la veste sollevata sul fianco sinistro. Nella logica dei "vagabondi della vita", sperando di non irretire

Negli ultimi giorni, il Molise è diventato improvvisamente visibile. Ce ne accorgiamo soprattutto noi che viviamo lontano dalla nostra terra d’origine. Ma se la visibilità è quella offerta dal film di Checco Zalone o dai servizi delle “Jene” su Italia

L’edera (Hedera helix L.), della famiglia delle Araliacee, è una liana rampicante, legnosa, diffusa nei luoghi ombrosi ed umidi, particolarmente nel sottobosco, dove ricopre abbondantemente i tronchi degli alberi. Spesso riveste muri e facciate di case e ville, a cui

La calata de le Iene in Molise ha determinato la salita a Roma del nostro governatore che, ospite nell’Arena di Raiuno, ha provato a rimediare, senza esito, la pessima figura dei suoi (e purtroppo nostri) assessori e consiglieri fatta nel

In una casa della piccola città di Giuda, io, ragazza madre, un giorno intonai un vibrante inno di riscossa; non portavo cartelli appesi al collo, non alzavo minacciosi pugni al cielo, né ero portabandiera di ideologie sovvertitrici, ma le strofe