Tag "Dicembre2010"

un libro in bianco

    Questo “Libro Bianco” vuole essere la storia documentata della gestione post sisma del Molise, la rappresentazione numerica ma anche documentale e fattuale di quello che noi con orgoglio chiamiamo il “ Modello Molise”; “Le polveri materiali ed anche

tempo di agire

    Per il fatto stesso che tra le vostre mani c’è questo foglio e i vostri occhi stanno scorrendo queste righe siete potenziali pericolosi sovversivi che disattendono all’ennesimo diktat dell’ancora, per poco, presidente del consiglio Berlusconi che ha ordinato:

staremo a guardare?

    Quando i cittadini molisani, ed in particolare gli abitanti di Tufara, Riccia, Cercemaggiore, Sepino, Cercepiccola, San Giuliano del Sannio, Guardiaregia e Campochiaro, leggeranno questo articolo stenteranno a credere che ciò che si riporta sia potuto accadere senza che

il baro…

  Occhi di ghiaccio, passo felpato, veste elegante ed è un birbante. Chi lo rimira lo trova indefesso, alto, snello e pensa a se stesso. Si muove con garbo, da professionista, proprio da grande pokerista. Bleffa senza assi e ti

balle da sub

  A margine del “Libro Bianco” dal titolo Il percorso della ricostruzione pubblicato dal Presidente  Iorio nei giorni scorsi, abbiamo trovato questa interessante conclusione che offriamo ai nostri lettori con molto piacere. “Il confronto con le Amministrazioni Locali e con

gelo demografico

  Diventa sempre più imbarazzante, come ha detto il Presidente della Camera, on. Gianfranco  Fini, continuare ad immaginare Berlusconi alla guida del Governo e a rappresentare l’Italia nel mondo. È veramente fuori di ogni logica, dire disgustevole è poco quanto

passerelle

  Passerelle intese non nel senso di piccole passere, tema magari caro agli ornitologi o figurativamente alle depravate devianze berlusconiane, ma come comparse programmate – spesso indecorose – di politici a manifestazioni. Gli organizzatori di un convegno frequentemente sono costretti

la grande stella

  Il rumore della musica è assordante, mi gira la testa e sento le orecchie ronzare. Jack direbbe: – "eh certo, dovevi stare in casa seduta o distesa!". Ma stanotte volevo vedere il cielo stellato, puro e sentire vibrare la

costituzione tradita

  La Costituzione generava un processo di costruzione sociale con l’intreccio tra uguaglianza e libertà, pari diritti e opportunità; un patto sociale animato dall’impegno a “rimuovere gli ostacoli di ordine sociale ed economico che, limitando di fatto la libertà e