“La lingua che parliamo dice molto di noi e del modo in cui stiamo al mondo. È uno strumento di formazione non solo individuale e collettiva, ma anche, in senso ampio, civile”

Familiari, partner, colleghi, amici: sono questi i/le componenti del nostro dream team, le persone che condividono il tempo e le attività con noi

Questa tecnica consiste nel catturare immagini di persone da Internet, rielaborarle, magari modificarle ed inserirle in un contesto diverso da quello originario:

C’è una cosa che però guerra e pandemia hanno in comune: le conseguenze psicologiche sulle persone coinvolte

Avete mai sentito parlare di comfort zone? È un’espressione inglese facilmente comprensibile perché costituita da due sostantivi, ‘conforto’ e ‘zona’,

I dati OXFAM fanno registrare un aggravamento delle condizioni economiche delle famiglie italiane, con ampliamento dei divari sociali preesistenti.

Le nostre letture da adolescenti non erano altro che i classici della letteratura mondiale riadattati per un pubblico giovane:

Se ci atteniamo alla lingua inglese, booster è un sostantivo – infatti termina in -er – derivato dal verbo boost [pronuncia: bust] che significa “aiutare o incoraggiare (qual- cosa) ad aumentare o migliorare”,

la singola consonante G sta per Gruppo – in inglese Group [pronuncia: grup]- seguita dal numero dei componenti accreditati dell’assemblea, attualmente 20;