Libro di Giovanni Anziani Editrice Uomini Nuovi.

Scrinia Arverna petis eventilari (ep. VIII 1, 1): è con queste parole che Sidonio Apollinare, in apertura dell’ottavo libro del suo epistolario

C’è da scongiurare la chiusura totale che, se imposta, sarebbe un pugno nello stomaco per entrambi.

Ho conosciuto Lina Pietravalle tardi e per caso

Bianca Favale è uno di quei nomi destinati ad essere ricordati. Parliamo infatti di un’autrice che ha fatto del suo modo di essere il proprio modus vivendi

Enzo, una persona a me cara per la passione che lo animava; la capacità che aveva di ascoltare; il suo modo schietto di proporsi;

“Esiste un tempo nel fluire della vita in cui nulla resta in sospeso e si è pronti ad andare avanti?”.