udite udite   di Redazione
28 Ottobre 2012
0 comments
Share

udite udite di Redazione

 

Dopo dieci anni stiamo nella situazione che segue:

Il Ministro dello Sviluppo economico nel corrente anno ha sollecitato Iorio per ben due volte, ad aprile e a maggio, a fornire documentazione necessaria per l’attuazione della delibera 62/2011 e in data 11/09/2012 ha messo in mora il nostro amato Governatore imponendogli di trasmettere entro il 25/09/2012, termine già scaduto, lo stato di cantierabilità degli interventi infrastrutturali strategici  finanziati con la predetta  delibera. Strumento che ha consentito al candidato Iorio di promettere agli elettori molisani mare e monti in campagna elettorale. Dopo oltre un anno non è Iorio a sollecitare il Governo perché provveda alla attuazione della delibera ma il Ministero dello Sviluppo economico a sollecitare l’invio dei dati sulla cantierabilità degli interventi. Scopriamo così, dopo dieci anni dal terremoto che dei 346 milioni di euro di finanziamento per metà sono cantierabili e per l’altra metà non lo sono ancora.

Ci verrebbe da chiederci, ma cosa hanno fatto in questi dieci anni? Non lo facciamo per non urtare la sensibilità di chi ci accusa di buttare fango sulla regione.

Di una cosa ci possiamo rallegrare, dopo dieci anni di gestione improntata al contingente – chi prima arriva prima alloggia – Iorio è costretto dal Governo nazionale a cambiare idea: niente programmazione, niente soldi. A tale proposito il 2 ottobre, insieme alla sua giunta, ha approvato la  Pianificazione Regionale Attuativa che consente di avviare la procedura attuativa dell’Accordo di Programma Quadro. Quanto ai soldi, per quelli ci vuole ancora tempo.☺

 

eoc

eoc