Tag "2010"

passerelle

  Passerelle intese non nel senso di piccole passere, tema magari caro agli ornitologi o figurativamente alle depravate devianze berlusconiane, ma come comparse programmate – spesso indecorose – di politici a manifestazioni. Gli organizzatori di un convegno frequentemente sono costretti

gelo demografico

  Diventa sempre più imbarazzante, come ha detto il Presidente della Camera, on. Gianfranco  Fini, continuare ad immaginare Berlusconi alla guida del Governo e a rappresentare l’Italia nel mondo. È veramente fuori di ogni logica, dire disgustevole è poco quanto

verde natale

  Ogni casa conosce la gioia del presepio, grande o piccolo che sia, preparato nei giorni dell’attesa. Ed è proprio in uno di questi giorni, fino all’antivigilia di Natale, che ci davamo appuntamento, io e i miei compagni, all’uscita dalla

la grande stella

  Il rumore della musica è assordante, mi gira la testa e sento le orecchie ronzare. Jack direbbe: – "eh certo, dovevi stare in casa seduta o distesa!". Ma stanotte volevo vedere il cielo stellato, puro e sentire vibrare la

orecchie che vedono

  “Le figlie di Minia continuavano intensamente il loro lavoro, nel totale disprezzo del dio (Bacco) e della sua festa(…) e accade una cosa incredibile(…) le sorelle, in mezzo al fumo, cercano dei nascondigli (…) per evitare i fuochi e

festa di gioia

  È trascorso questo principio di novembre,“l’estate, fredda, dei morti”, recitava con geniale intuito sintattico Giovanni Pascoli, evidenziando di questo periodo dell’anno il tipico contrasto tra l’apparente tepore del clima e chiarore della luce, quasi estivi, e la sostanziale sterilità

balle da sub

  A margine del “Libro Bianco” dal titolo Il percorso della ricostruzione pubblicato dal Presidente  Iorio nei giorni scorsi, abbiamo trovato questa interessante conclusione che offriamo ai nostri lettori con molto piacere. “Il confronto con le Amministrazioni Locali e con

segnali di allerta

  Che sia in arrivo una nuova primavera politica? Se ne colgono segnali concreti che sembrano esplodere, pur nel clima di profonda crisi globale che ci attanaglia tutti. Parliamo di noi, dell’Italia e del Molise per non vagare tra le

parchi addio?

  Mentre da un lato il Governo finanzia la guerra in Afghanistan, con un costo per gli italiani di 50 milioni di euro al mese, dall’altro lato riduce del 50% i fondi destinati alla gestione dei Parchi nazionali. Un taglio